Walk the Talk!

Tradurre la visione in azione. E’ questa la cifra generativa della leadership. Interpretare quello che gli americani chiamano Walk the Talk! Dimostralo facendo!

Perchè niente trascina più di chi somiglia nel fare alle parole che pronuncia.

Questo é il click che distingue il leader dalla leadership: la capacità di realizzare un cambiamento di paradigma culturale partendo proprio dall’ascolto e dalla generazione di valore dell’ascolto, avendo il coraggio di ribaltare il pensiero dominante e costruendo un nuovo assetto inclusivo in cui ogni attore ha voce e riesce a realizzare il suo valore.

Per fare questo, bisogna agire allargando la prospettiva per costruire sistemi forti basati sui valori e guidati da leadership che riaprano i flussi osmotici di dialogo e reciproca contaminazione tra i vari settori della società.

Ma l’azione deve essere qualificata dai valori di riferimento. Quando si parla di leadership non si può omettere di parlare di valori morali che detiene una persona in posizione di potere. Determinanti anche per disegnare il suo stile di leadership e la sua capacità di incidere nel cambiamento, perché determinano strettamente i tipi di comportamento ma anche le visioni che si porteranno avanti. E i gradi di coerenza e credibilità ed autenticità con cui si porteranno avanti. 

Una leadership credibile è definita non solo da una condotta normativamente appropriata, ma dalla coerenza a valori etici che devono riflettersi in ogni comportamento. E’ difatti nell’autenticità che si fonda l’autorevolezza di una persona e non certamente nel sistema di potere ‘temporaneo’.

La leadership generativa è allora quella capace di abbandonare l’isolamento autoreferenziale per abbracciare una visione proiettata nel futuro, ma calata nel presente, dimostrando la capacità di far crescere tutto il sistema. E non certamente quello di realizzare ‘potere’.

Il verbo della leadership è infatti <poter fare>. Rendere possibile l’accadere delle cose.

Tracciare una visione, ma al contempo costruire il percorso per realizzarla. Creando sostenibilità e generatività nei sistemi. Un percorso che non può essere non individuale, ma deve invece essere collettivo, perché necessita del coinvolgimento di ogni segmento della società. Una leadership quindi che guarda non solo ad includere, ma ad integrare.

Una visione costruita sulla coerenza che dovrà poi essere declinata in ogni azione, in ogni proposta, in ogni consesso di confronto. Perché sia la visione condivisa, il modello intorno al quale improntare la costruzione di una nuova società che ci appartenga e ci aggreghi nei valori ma che sia anche in grado di generare sviluppo.

Si crea infatti valore solo imparando a guardare le cose da ogni prospettiva. Non solo dalla propria. La leadership è sempre in ciò che facciamo e come lo facciamo, mai in ciò che siamo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: